Utilizzo delle CELLULE STAMINALI del CORDONE OMBELICALE

Utilizzo delle cellule staminali

Le possibilità di utilizzo delle cellule staminali da donazione del cordone ombelicale.

Numerose ricerche dimostrano che la conservazione cellule staminali del cordone ombelicale può essere molto importanti per la salute di ogni individuo. Ma quali sono le peculiarità delle cellule cordonali? Perché sono ritenute così rilevanti in ambito clinico? Come vengono utilizzate? Come è noto, il cordone ombelicale è l’organo che permette il passaggio delle sostanze nutritive da madre a figlio. Al suo interno sono presenti in media 60/80 cc di sangue contenente le staminali dette cordonali. Questa tipologia di cellule e consta di più sottotipi cellulari caratterizzati dal possedere diverse capacità differenziative.

Le staminali cordonali simil-embrionali sono in grado di dare origine alle cellule dei tessuti ectodermici (midollo spinale), endotermici (intestino) e mesodermici (derma). Le mesenchimali cordonali , invece, possono generare cellule del tessuto osseo, cartilagineo e adiposo mentre le staminali ematopoietiche, differenziandosi, originano le cellule del midollo e del sangue. Infine, un ulteriore sottotipo di staminali cordonali è rappresentato dalle cellule progenitrici endoteliali capaci di generare le cellule che costituiscono i vasi sanguigni [1].

 Sono proprio queste proprietà differenziative a rendere le cellule del cordone ombelicale così importanti in medicina rigenerativa, ovvero quella branca della medicina che mira alla rigenerazione piuttosto che alla sostituzione di organi o tessuti compromessi. In questo contesto è molto importante sottolineare che solo il trapianto autologo, in cui le cellule infuse sono prelevate direttamente dal paziente, risulta efficace. L’infusione di staminali ottenute da un soggetto terzo al paziente (trapianto allogenico) espone infatti quest”ultimo a un maggior rischio di complicanze post-trapianto come ad esempio il rigetto.

 Le staminali del cordone ombelicale, inoltre, sono considerate da un punto di vista immunologico “immature” [2] . Grazie a questa caratteristica il trapianto allogenico di staminali cordonali determina, rispetto al trapianto di staminali provenienti da altri tessuti, un miglior attecchimento ed un minor rischio di rigetto [3].

 Le cellule staminali del cordone ombelicale, grazie alle loro capacità immunologiche e rigenerative, rappresentano un importante popolazione cellulare che si è già rilevata utile nel trattamento di diverse patologie. Nuove sperimentazioni ne estenderanno ulteriormente l’applicabilità terapeutica.

 

The following two tabs change content below.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *