ULIPRISTAL (ESMYA)  nella cura dei fibromi uterini: nuove prospettive terapeutiche.

L’ULIPRISTAL (nome commerciale ESMYA) è un nuovo farmaco antagonista selettivo del progesterone molto promettente nella cura dei FIBROMI UTERINI.

Fino ad oggi la TERAPIA della fibromatosi uterina si è basata principalmente sulla CHIRURGIA condotta per via laparotomica convenzionale, vaginale o laparoscopica mini-invasiva ed i FARMACI sono stati per lo più impiegati a fini pre-operatori (es riduzione di una voluminosa fibromatosi prima dell’isterectomia vaginale) o per migliorare i sintomi (es. controllo delle alterazioni mestruali).

I FIBROMI UTERINI, conosciuti anche come MIOMI e LEIOMIOMI, sono nella gran parte dei casi dei tumori benigni dell’utero e determinano sanguinamenti vaginali anomali, dolori pelvici, problemi urinari, infertilità, complicanze nella gravidanza e nel parto. La loro crescita ed il loro numero porta talvolta ad un sensibile deformazione ed incremento volumetrico dell’utero e l’evenienza di un tumore maligno deve essere comunque sempre considerata nella diagnostica differenziale.

La grandezza, il numero, la posizione dei fibromi, la velocità di crescita unite all’età della paziente ed al suo eventuale desiderio riproduttivo sono fattori che sempre hanno determinato poi le SCELTE CHIRURGICHE; dall’asportazione isteroscopica dei fibromi sottomucosi, alla miomectomia semplice o multipla fino alla isterectomia subtotale o totale.

Debbo dire che le terapie alternative proposte negli ultimi 20 anni come l’EMBOLIZZAZIONE e gli ULTRASUONI FOCALIZZATI (ablazione termica) hanno dimostrato un’utilità molto limitata rispetto al grande numero di donne che soffrono di questa patologia che comincia ad incidere significativamente già dopo i 30aa.

La RICERCA SCIENTIFICA negli ultimi hanni ha sempre più confermato il RUOLO CRUCIALE DEL PROGESTERONE nella crescita del fibroma uterino. Si è visto in particolare che l’uso di farmaci modulatori selettivi del recettore del progesterone (SPRMs) come l’ULIPRISTAL ACETATO (UPA) potevano ridurre considerevolmente le dimensioni dei miomi; mancavano però dati sulla sicurezza di impiego a lungo termine.

In un recente articolo su Human Reproduction Update  (Organo ufficiale della European Society of Human Reproduction and Embriology) scritto da Jacques Donnez e Marie-Madeleine Dolmans si fa riferimento all’effeicacia di cicli ripetuti di ULIPRISTAL (con le opportune pause). Ormai sono molti gli studi randomizzati che tranquillizzano anche in termini di sicurezza sull’uso di ESMYA.

I DATI CHE EMERGONO dalla letteratura sono davvero MOLTO IMPORTANTI perchè aprono la strada ad una concreta TERAPIA MEDICA, ad una VERA ALTERNATIVA alla chirurgia particolarmente in donne giovani con desiderio riproduttivo.

Ora i ginecologhi hanno una freccia in più nel loro armamentario per la CURA DELLA FIBROMATOSI UTERINA. ESMYA è prescrivibile piano terapeutico e nell’ambito delle indicazioni riconosciute nella nota AIFA 51. Attualmente il trattamento standard si basa su due cicli di trattamento di 3 mesi distanzioati da una pausa di 2 mesi (due flussi mestruali spontanei); e quello che incoraggia è che i risultati sulla volumetria uterina sembrerebbero molto più duraturi rispetto quelli osservati con altre terapie.

 

 

 

The following two tabs change content below.
Dott. Filiberto Di Prospero
Specialista in Ginecologia e Ostetricia, Endocrinologia e Metabolismo. Direttore dell’Unità di Endocrinologia Ginecologica presso l’Ospedale Santa Lucia di Civitanova Marche 62012. Visita a Civitanova Marche (Macerata), Milano e Roma. Prenotazioni tel. +39 337 634491 Numero Verde (rete fissa) 800131014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *