Tutto quello che c’è da sapere sul diabete

diabeteIl diabete Mellito (semplicemente chiamato diabete) è una condizione cronica molto rara, che influisce sul metabolismo compromettendo la capacità del corpo di utilizzare l”energia ricavata dal cibo. Attualmente esistono tre tipi di diabete conosciuti: il diabete di tipo 1, il diabete di tipo 2 e il diabete gestazionale.

In ogni caso tutti i tipi di diabete mellito hanno qualcosa in comune. Normalmente, il nostro corpo scompone gli zuccheri e i carboidrati ricavati dal cibo trasformandoli un uno zucchero speciale chiamato glucosio, che viene poi utilizzato per produrre energia. Con il diabete mellito, invece, il metabolismo non riesce a trasformare il glucosio in energia, a causa della mancanza di insulina, un ormone presente nel nostro sangue. Dal momento che le cellule non possono prendere il glucosio nella sua forma normale, esso si accumula nel sangue. Alti livelli di glucosio nel sangue possono danneggiare i piccoli vasi sanguigni presenti nei reni, cuore, occhi o del sistema nervoso. Per questo motivo il diabete, soprattutto se non trattato, può in molti casi causare malattie cardiache, ictus, malattie renali, cecità e gravi danni al sistema nervoso compromettendo anche le capacità motorie.

Stando ai dati comunicati dall”ADA (associazione americana contro il diabete), come già detto, il diabete è classificato in tre specifiche forme:

Il diabete di tipo 1, chiamato anche diabete insulino – dipendente, è la forma più grave di diabete che, solitamente, insorge sin dall”infanzia. Questo tipo di diabete è una malattia autoimmune, cioè causata direttamente dal nostro corpo che attacca il pancreas con i propri anticorpi, inducendolo così a non produrre più insulina.
Il diabete di tipo 1 può essere causato da una predisposizione genetica e in casi molto rari potrebbe anche essere il risultato delle cellule difettose presenti nel pancreas.
Il trattamento per tale tipo di diabete comporta l”assunzione di insulina, che deve essere iniettata attraverso la pelle sotto il tessuto adiposo. Chi è affetto da questo tipo di diabete, inoltre, deve monitorare costantemente il livello di glucosio presente nel sangue, determinando così la necessità di assumere altra insulina.

Di gran lunga, la forma più comune di diabete è quella di tipo 2, che rappresenta il 95% dei casi di diabete negli adulti. Questo tipo di diabete è spesso una forma più lieve rispetto a quello di tipo 1, anche se può comunque causare gravi complicazioni di salute, in particolare nei piccoli vasi sanguigni del corpo che nutrono reni, nervi ed occhi.
Con il diabete di tipo 2 il pancreas produce una quantità insufficiente di insulina, che non soddisfa le esigenze del corpo, oppure può succedere che le cellule sviluppino una certa resistenza all”insulina.
Come il diabete di tipo 1, anche questa forma di diabete è incurabile, ma può essere mantenuta sotto controllo effettuando una corretta attività fisica, controllando l”alimentazione e gestendo correttamente il proprio peso. Purtroppo questa forma di diabete tende a progredire negli anni e i farmaci per il diabete sono spesso necessari.

Il Diabete gestazionale, infine, è una forma di diabete innescato dalla gravidanza, causando la resistenza all”insulina da parte delle cellule del corpo. Spesso è diagnosticata nelle gravidanze in ritardo, poiché in una madre i livelli di zucchero nel sangue sono eccessivamente alti, atti a sostenere il bambino attraverso la placenta.
Con questo tipo di diabete il rischio per il feto è ancora più grave di quello apportato alla madre. Nel bambino, infatti, si possono riscontrare problemi respiratori alla nascita, un anomalo aumento di peso e un rischio di diabete.
Questa forma di diabete, tuttavia, può essere facilmente tenuta sotto controllo durante la gravidanza, tramite l”assunzione di pasti regolare o assumendo piccole dosi di farmaci.

No votes yet.
Please wait...

The following two tabs change content below.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *