Stare seduti a lungo fa male: alcuni rimedi anti-sedentarietà

Stare seduti a lungo è una cattiva abitudine che può provocare diversi problemi alla salute e uno studio dell’American Cancer Society illustra i potenziali effetti sulle donne. Scopriamo alcuni piccoli accorgimenti quotidiani per stare meglio.

In questo periodo dell’anno trascorriamo molto più tempo fermi che in movimento, stando ore ed ore seduti alla scrivania oppure bloccati nel traffico, con inevitabili ripercussioni sulla nostra salute e sulla forma fisica.

La sedentarietà è il quarto principale fattore di rischio di mortalità a livello mondiale e causa ogni anno di 3,2 milioni di decessi. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) ha stimato che l’inattività fisica è responsabile di circa il 30% delle malattie cardiache, il 27% del diabete e il 21-25% dei tumori al seno e colon.

Per evitare, quindi, i rischi per la salute, l’Oms raccomanda agli adulti di fare ogni settimana almeno 150 minuti di attività come la corsa, il nuoto o anche passeggiate a passo veloce.

 

Noi italiani siamo tra i più sedentari in Europa: sei connazionali su dieci non fanno attività fisica, contro una media europea del 42%. I benefici per la salute sono da tempo noti: dal minor rischio di contrarre malattie cardiovascolari, ipertensione, diabete e alcuni tipi di tumore, fino agli effetti positivi sulla salute mentale, poiché l’attività fisica riduce ansia e depressione.

Allora diamoci da fare! È fondamentale adottare uno stile di vita attivo per mantenersi in buona salute.

 

Secondo gli studiosi dell’American Cancer Society, stare sedute oltre le sei ore potrebbe essere pericoloso per noi donne: aumenterebbe del 10 per cento il rischio di cancro al seno, alle ovaie e al midollo osseo.

I ricercatori hanno tenuto sotto osservazione dal 1992 al 2009, 146mila persone: durante questo periodo, più di 18mila uomini e 12mila donne si sono ammalati di cancro. Secondo gli studiosi, mentre il sesso maschile non ha subito particolari ripercussioni dello stare troppo tempo seduto, le donne ne avrebbero sofferto molto di più: “Più tempo passano sulla sedia, maggiori sono i rischi di sviluppare particolari tipi di tumore”.

Lavoro da scrivania. Anche in ufficio è possibile fare un po’ di esercizio

Arrendersi alle conseguenze di questa situazione è sbagliato: anche in ufficio è possibile fare un po’ di esercizio. Basta un po’ di buona volontà associata a un minimo di organizzazione.

Le donne di oggi, contemporaneamente lavoratrici, madri e mogli fanno una vita sedentaria e mostrano più difficoltà degli uomini a fare sport con regolarità.

Ci sono, però, dei piccoli accorgimenti che si possono adottare: una camminata all’aria aperta, una nuotata o degli esercizi in palestra. In realtà, nei giorni troppo stressanti e nei quali l’orario in ufficio si allunga si può optare per soluzioni anti-sedentarietà per mantenersi comunque in forma.

Tenete a mente questi piccoli consigli:

  • stabilite delle pause da fare ogni ora: alzatevi almeno due minuti dalla scrivania;
  • usate le scale invece dell’ascensore;
  • sostituite l’auto o i mezzi pubblici con la bicicletta (quando possibile);

In conclusione, se non adottiamo alcuni accorgimenti quotidiani, stare seduti a lungo al computer per lavoro o per piacere può provocare diversi problemi alla salute. Questo breve video offre alcuni suggerimenti per tenere una corretta postura alla scrivania e in poltrona. Buona visione!

The following two tabs change content below.
Avatar

Silvia Bollettini

Copywriter e Digital PR

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.