Quale dieta nella sindrome dell’ovaio policistico?

Quale dieta nella sindrome dell’ovaio policistico?

blood cell types

blood cell types

La sindrome dell’ovaio policistico (PCOS), è uno squilibrio sia endocrino; caratterizzato da:

• Un rapporto non adeguato FSH/LH.
• Un iperandrogenismo.
• Un estrogeno-dominanza.
• Bassi livelli di progesterone.
• Diminuzione di SHBG,
• Iperprolattinemia e/o aumento DHEA.

Che metabolico; caratterizzato da :

• Insulino-resistenza.
• Un incremento di adiposità addominale.
• Aumento del rischio di incidenza della sindrome metabolica.
• Difficoltà a dimagrire.
• Infiammazione.

La PCSO, colpisce il 5-10% della popolazione mondiale femminile in età fertile; può causare anche infertilità, oltre ad irsutismo e acne.
Secondo i dati presenti in letteratura scientifica, il 60% delle pazienti con PCOS, soffre di obesità e il 70% di PCOS soffre di insulino-resistenza.

La dieta può aiutare?

La risposta è si! Infatti i benefici riscontrati seguendo una dieta corretta ed equilibrata sono :

Dimagrimento senza diminuzione del metabolismo basale, Riduzione fino anche alla scomparsa dell’acne, miglioramento di alopecia ed irsutismo, miglioramento della sindrome metabolica, cicli più frequentemente ovulatori e miglioramento della funzionalità ovarica, se in stato interessante (gravidanza) si ha inoltre un minor rischio di aborto e miglioramento del tono dell’umore.

Come è contemplata la dieta per PCSO?

È un’alimentazione a basso carico glicemico, tendenzialmente low-carb (tranne in casi di amenorrea con sottopeso), contempla cereali integrali in chicchi, farina di segale, le fibre contenute in esse, concorrono insieme alla giusto abbinamento di carboidrati- proteine – lipidi alla diminuzione del del carico del pasto, prevede inoltre il consumo di proteine ad altro valore biologico; che contengono quindi amminoacidi ESSENZIALI, chiamati cosi in quanto l’organismo non possiede il corredo enzimatico atto a sintetizzarli e bisogna quindi introdurli attraverso la dieta.

Ci sono alimenti da evitare?

Si consiglia l’eliminazione o drastica riduzione del consumo di latte e derivati, l’eliminazione della soia (è consentita la soia biologica fermentata).
Inoltre, se si è alla ricerca di una gravidanza, valutare se escludere il glutine in caso di ipofertilità.

La ripartizione ottimale dei macronutrienti deve essere:

15% proteine, 30 Lipidi, 55% carboidrati complessi.

Ma le proteine dove le troviamo?

Gli alimenti da prediligere sono:

Pesce azzurro ( alici, triglie, scombro..) carne bianche, uova e l’associazione nutrizionale ( legumi con cereali).

I Lipidi?

Il Pesce azzurro è un’ottima fonte di Omega 3, olio extra vergine d’oliva, frutta secca risultano essere la fonte principale degli Omega 6 e sono :

Mandorle, noci, anacardi.. l’importante però è che non siano tostati ( Per gli omega 6).
Il rapporto ottimale Omega 3 Omega 6

I Carboidrati invece?

La fonte primaria sono i cereali, seguono i legumi! Prediligere gli integrali in quanto oltre a presentare un minore indice glicemico rispetto agli zuccheri semplici hanno anche maggiore quantitativo di micronutrienti ( vitamine, sali minerali e antiossidanti).

Li troviamo :

Riso integrale, riso rosso, ,miglio, amaranto, avena, cous cous, grano saraceno, ceci, fagioli, piselli, lenticchia etc..

Si consigliano inoltre le seguenti spezie ed erbe aromatiche che svolgono azione anti infiammatoria come :

Zenzero , curcuma, camomilla, salvia prezzemolo (ma non durante la gravidanza )cannella, origano, chiodi di garafono e rosmarino.

 

Risultati immagini per spezie aromatiche

Inoltre, è doveroso sottolineare l’importanza di avere un ottimale stato di idratazione; pertanto si consiglia di bere 2 Litri di acqua al giorno, dilazionati nell’arco della giornata per non stimolare eccessivamente l’aldosterone.

 

 

The following two tabs change content below.
Dott.ssa Sonia Bolognesi

Dott.ssa Sonia Bolognesi

Biologa Nutrizionista, si è laureata in Biologia Molecolare, Sanitaria e della Nutrizione presso la facoltà di scienze biomediche dell'Università di Urbino Carlo Bo con votazione di 110 e lode. Master in nutrizione e dietetica applicata. Esperta in nutrizione antiaging e perfezionata in nutrizione ed integrazione nello sport. Riceve presso: il Centro Medico New Medica a Porto Sant'Elpidio (FM) in Via Canada 3, il Centro Medico Ulisse Loreto Via Pavarotti 10 (AN), Centro Medico Le Palme San Benedetto del Tronto (AP) Via Togliatti 20 , Centro Medico Bio Center a Osimo (AN) in Via Ticino 20. Prenotazioni tel: 3337529564
Dott.ssa Sonia Bolognesi

Dott.ssa Sonia Bolognesi

Biologa Nutrizionista, si è laureata in Biologia Molecolare, Sanitaria e della Nutrizione presso la facoltà di scienze biomediche dell'Università di Urbino Carlo Bo con votazione di 110 e lode. Master in nutrizione e dietetica applicata. Esperta in nutrizione antiaging e perfezionata in nutrizione ed integrazione nello sport. Riceve presso: il Centro Medico New Medica a Porto Sant'Elpidio (FM) in Via Canada 3, il Centro Medico Ulisse Loreto Via Pavarotti 10 (AN), Centro Medico Le Palme San Benedetto del Tronto (AP) Via Togliatti 20 , Centro Medico Bio Center a Osimo (AN) in Via Ticino 20. Prenotazioni tel: 3337529564 

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.