Lo yoga diventa patrimonio immateriale dell’umanità

yoga-patrimonio-unesco

La rigidità fisica è spesso accompagnata da una certa inflessibilità mentale.

“Ciò che è importante per una giusta comprensione dello yoga è di non cadere nell’errore comune di ricercare solo i benefici più superficiali di questa grande scienza, come per esempio, i fianchi snelli o un aspetto raggiante. In una foresta ricoperta di rubini, perché riempire il proprio sacco di aghi di pino?” (cit. Raja Yoga – Il manuale completo di yoga e meditazione di swami Kriyananda).

Lo yoga è una disciplina orientale nota da secoli per donare equilibrio psicofisico e recentemente è stata nominata patrimonio culturale immateriale dell’umanità dall’Unesco. Una decisione presa all’unanimità dai 24 membri che compongono il Comitato intergovernativo dell’Unesco, riunitosi ad Addis Abeba, in Etiopia.

Nato in India e popolare in tutto il mondo, lo Yoga si basa sull’unione di corpo, mente e anima e l’Onu, nel 2014, ha fissato la Giornata internazionale dello yoga il 21 giugno di ogni anno.

Secondo l’Unesco “praticato a tutte le età,senza discriminazione di sesso, classe o religione, lo yoga associa posizioni, meditazione, respirazione controllata, recitazione di parole e altre tecniche mirate a offrire benefici, ad attenuare i dolori e a consentire di raggiungere uno stato di liberazione”.

Le donne sono in netta maggioranza tra i praticanti di yoga.

Le donne sono in netta maggioranza tra i praticanti di yoga.

Fino ad una trentina di anni fa lo yoga era praticato solo da uomini e per millenni le donne ne sono state escluse. Negli ultimi anni questa disciplina si è diffusa in tutto il mondo ed oggi le donne sono in netta maggioranza tra i praticanti di yoga. Essa, infatti, risulta particolarmente utile per regolarizzare il ciclo mestruale, combattere l’infertilità, affrontare la menopausa e il percorso di gravidanza e parto.

Lo yoga rivolge la sua attenzione all’ascolto del corpo e del respiro, focalizzando tutta la concentrazione sul tempo presente; inoltre, la pratica aiuta a tenere sotto controllo i livelli di stress, migliora l’autocontrollo, aumenta l’autostima e la consapevolezza di sé. Chi sceglie lo yoga, rispetto a chi invece non fa nessuna attività fisica, ha notevoli vantaggi legati ad un minor rischio di obesità e colesterolo alti. L’azione benefica dello yoga si fa sentire su tutto l’organismo, perché riequilibra i meccanismi fisiologici più delicati, favorendo anche il dimagrimento.

Ad evidenziare un ulteriore vantaggio dello yoga è stato un recente studio condotto dai medici del Sir Gangaram Hospital di Delhi, in India. I risultati della ricerca, condotta su un campione di pazienti con pre-ipertensione, sono stati illustrati dagli autori nel corso della conferenza annuale della Società Cardiologica dell’India (CSI), che si è svolta a Kochi, alla quale hanno partecipato anche esperti della Società europea di cardiologia (Esc).

Lo yoga non aiuta solo a rilassarsi, migliorare la postura e la respirazione, ma avrebbe effetti benefici anche in termini di riduzione dei fattori di rischio delle malattie cardiovascolari, in particolare la pressione alta.

Ashutosh Angrish, autore principale dello studio, ha spiegato che prescrivere la pratica dello yoga è un modo economico e piacevole per ridurre i livelli della pressione sanguigna e proteggere i pazienti che soffrono di pre-ipertensione dall’ictus e dalle malattie cardiache.

Il merito sembra essere attribuito agli effetti neuroumorali associati alla pratica dello yoga.

Gli esperti suggeriscono ai pazienti che soffrono di pre-ipertensione di praticare yoga un’ora al giorno e di condurre uno stile di vita più sano per ridurre il rischio cardiovascolare. Diventa quindi fondamentale praticare lo yoga con costanza, senza forzare in alcun modo il proprio corpo, poiché solo il tempo darà mobilità ed elasticità a muscoli e tendini e, indirettamente, anche alla mente.

The following two tabs change content below.
Avatar

Silvia Bollettini

Copywriter e Digital PR

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.