La scleroterapia

La scleroterapia delle varici consiste nell’iniezione all’interno di una dilatazione varicosa di un prodotto destinato ad eliminarla, senza tuttavia provocare lesioni sui tessuti circostanti. I tronchi varicosi, sotto l’effetto del prodotto sclerosante, si trasformano in un cordone fibroso destinato a scomparire progressivamente: il circolo sanguigno verrà dirottato verso altre vene, cosiddette “di supplenza”, normalmente funzionanti. Il ritorno venoso risulterà quindi migliorato. 

Medicazione:

un piccolo batuffolo di cotone, fissato con cerotto anallergico, posizionato sul punto d’iniezione, verrà mantenuto per alcune ore; potrà quindi essere rimosso dal paziente.

 

Contenzione elastica:

se il vostro specialista ha effettuato la sclerosi su di una grossa varice, dovrete portare una benda o una calza elastica per qualche giorno.

 

Effetti collaterali:

talvolta può verificarsi una reazione locale con arrossamento e tumefazione dolorosa: un trattamento antinfiammatorio locale e/o generale è in genere sufficiente a far regredire i sintomi. La comparsa di ecchimosi o ematomi a livello del punto di iniezione si risolverà, anche senza terapia, nel giro di 2-3 settimane.

 

Regole di vita:

non vi è necessità di seguire particolari regole d’igiene di vita, ma solo qualche semplice consiglio:

  • evitare prolungate posizioni d’immobilità, in quanto provocano l’accumulo ed il ristagno di sangue nelle vene;
  • evitare fonti di calore diretto (sole, bagni caldi, sauna,…);
  • evitare di indossare abiti troppo stretti;
  • contrastare l’aumento di peso corporeo;
  • praticare con regolarità marcia, nuoto o ginnastica dolce;
  • praticare una doccia fresca sulle gambe a fine giornata;
  • dormire con le gambe leggermente sopraelevate;
  • indossare scarpe con tacchi di 3-4 cm.

 

Farmaci:

se il vostro specialista vi ha prescritto un flebotonico, continuate a prenderlo regolarmente: serve a migliorare la vostra circolazione venosa.

 

 

 

  2 comments for “La scleroterapia

  1. Avatar
    Lilia
    24 Agosto 2016 at 15:09

    Salve, sono una ragazza di venti anni, ho una piccola varice collaterale sul polpaccio, vorrei fare le sclerosanti per toglierla ma ho paura possa peggiorare. Vorrei qualche consiglio. Grazie

    • Dott. Filiberto Di Prospero
      9 Settembre 2016 at 16:52

      La cura delle vene varicose è molto cambiata negli ultimi anni. Un tempo si ricorreva quasi sempre alla chirurgica (safenectomia); oggi l’atteggiamento è nella gran parte dei casi conservativo ed ambulatoriale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.