La gravidanza iniziale. Spiegazioni sui principali disturbi ed alcuni consigli utili

La gravidanza iniziale è un momento importante sotto molti punti di vista: l’organismo materno subisce le prime modificazioni, i primi adattamenti allo stato gravidico; si forma l’embrione. Tante sono le domande, tante le sensazioni ed i sentimenti, tanti i sogni, le aspettative e le paure spesso ingiustificate di questo periodo.

 

Ho un ritardo mestruale ed il test è positivo! Se hai un ritardo mestruale ed il test di gravidanza è positivo, non c’è alcun dubbio, sei gravida. Stai per affrontare una delle esperienze più importanti della tua vita. Se già non lo assumevi quotidianamente, prendi subito dell’Acido Folico (è una vitamina) e consulta il tuo ginecologo di fiducia o l’ambulatorio ostetrico della tua Azienda Sanitaria o del tuo Ospedale, ti diranno quali accertamenti dovrai fare durante la gestazione, quali regole igieniche e dietetiche dovrai seguire. Ricordati che gli esami in gravidanza vanno fatti seguendo un calendario molto preciso e che alcuni di essi possono essere fatti solo in alcune epoche e non in altre.

Ho una strana sensazione di nausea e vomito. Niente paura. Sono i sintomi più frequenti di una gravidanza iniziale che evolve normalmente. Anche se non ne conosciamo completamente l’origine sono correlati con i cambiamenti ormonali di questo periodo, insorgono precocemente e sono più frequenti al mattino. In alcune donne però possono essere presenti anche durante l’arco dell’intera giornata. Un rimedio abbastanza efficace per ridurli è quello di fare pasti piccoli e frequenti, di assume cibi prevalentemente solidi al mattino e bere prevalentemente durante il pomeriggio. Assume saltuariamente (senza esagerare) dei crackers durante le crisi può aiutare. Talvolta una piccola dose di proteine e zuccheri al momento di andare a letto riduce la nausea del mattino.

Mi sento stanca, un po irritabile. I cambiamenti ormonali (in particolare il progesterone), le dinamiche psicologiche sono all’origine di questi disturbi. Talvolta, maggiormente in donne che hanno la pressione bassa  possono anche verificarsi delle crisi lipotimiche (svenimenti). Niente paura quindi. Se il controllo medico è negativo tutto passerà entro il secondo trimestre. Mantenere in questo periodo una attività fisica moderata e riposare la notte in un ambiente tranquillo vi aiuterà.

Ho la febbre? Una temperatura leggermente e costantemente più alta del solito che non supera i 37° C è fisiologica. Questo incremento di temperatura non è avvertito da tutte le donne. E’ normalmente presente nella seconda fase del ciclo, quando si forma il corpo luteo. E’  proprio la persistenza del corpo luteo dopo il concepimento e quindi l’aumentata secrezione di Progesterone che mantengono leggermente più alta la tua temperatura corporea.

Che succede al mio seno? La gravidanza induce modificazioni molto precoci nell’aspetto del seno e nella ghiandola mammaria. Non dimenticare che le tue mammelle diventeranno la principale fonte di nutrimento per il neonato. Il seno può essere teso, incrementare progressivamente di volume; i capezzoli tendono ad essere più grandi e come anche  l’areola mammaria diventano più scuri e  più sensibili al tatto.  Può anche comparire un reticolo venoso sottocutaneo legato ad un maggior afflusso di sangue.

Urino più spesso.  E’ un sintomo frequente in gravidanza e in alcune donne insorge anche molto precocemente. La gravidanza infatti comporta un ingrandimento dell’utero che a sua volta va a comprimere la vescica. Tutto ciò determina una minore possibilità di espansione vescicale (una ridotta capacità) e quindi la necessità di urinare più spesso.

Il mio intestino è sempre più pigro. La stipsi è un problema molto frequente nel sesso femminile e certamente ancora più frequente durante la gestazione quando le secrezioni ormonali (Progesterone) che peggiorano la situazione. In realtà il rallentamento del transito intestinale in gravidanza ha un fine importante: quello di facilitare il massimo assorbimento delle vitamine e degli elementi nutritivi. Non fatevi quindi prendere dal panico e non pretendete di risolvere tutto in poche ore. Mantenete una buona attività fisica, bevete acqua lontano dai pasti, incrementate moderatamente e progressivamente la quantità di scorie (prodotti non assorbili) mangiando quindi più verdure ed eventualmente della crusca, mangiate frutta fresca prevalentemente al mattino. Solo nei casi più ostinati consultate il vostro medico.

Posso fare sesso? Certamente si.  Una particolare attenzione o una completa astensione dai rapporti sessuali può essere necessaria solo se hai fattori di rischio (es. fibromatosi o malformazioni uterine, policistosi ovarica, malattie endocrine), se hai osservato delle perdite ematiche genitali, se hai precedenti ostetrici negativi (es. minaccia d’aborto); in questi casi segui le indicazioni del tuo medico

The following two tabs change content below.
Dott. Filiberto Di Prospero
Specialista in Ginecologia e Ostetricia, Endocrinologia e Metabolismo. Direttore dell’Unità di Endocrinologia Ginecologica presso l’Ospedale Santa Lucia di Civitanova Marche 62012. Visita a Civitanova Marche (Macerata), Milano e Roma. Prenotazioni tel. +39 337 634491 Numero Verde (rete fissa) 800131014
Dott. Filiberto Di Prospero

Dott. Filiberto Di Prospero

Specialista in Ginecologia e Ostetricia, Endocrinologia e Metabolismo. Direttore dell’Unità di Endocrinologia Ginecologica presso l’Ospedale Santa Lucia di Civitanova Marche 62012. Visita a Civitanova Marche (Macerata), Milano e Roma. Prenotazioni tel. +39 337 634491 Numero Verde (rete fissa) 800131014 

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.