Fitness medico, l’esercizio fisico come prevenzione e terapia

Il 2017 sarà all’insegna del fitness medico. È ciò che emerge dall’ultima indagine annuale sulle tendenze mondiali nel campo del fitness, condotta dall’American College of Sports Medicine.

Il fitness medico cambia il modo di allenarsi e il concetto di sport, poiché non ha l’obiettivo di migliorare l’aspetto estetico, ma la salute in generale.

 

Rivoluzione nel mondo del fitness

Secondo l’indagine condotta dall’American College of Sports Medicine (A.C.S.M.) – la massima autorità mondiale che da oltre 50 anni detta le linee guida relative all’attività fisica riabilitativa – il 2017 sarà un anno di rivoluzione nelle palestre. Dopo anni durante i quali la protagonista è stata la ricerca continua della forma fisica perfetta, finalmente si sta imponendo una nuova tendenza a livello mondiale: il fitness medico.

Dall’indagine è emerso che la maggior parte delle attività svolte in palestra puntano ora a migliorare la salute e, non più, solo l’estetica. Questo trend si lega all’uso, sempre più diffuso ormai, di dispositivi elettronici indossabili per il monitoraggio dell’attività fisica come contapassi, fitness tracker e braccialetti. Si tratta di strumenti che possono rivelarsi strategici per fornire indicazioni ad allenatori, fisioterapisti e operatori sanitari.

Ecco alcuni esempi:

  • Sensoria: la calza dedicata ai runner che analizza l’appoggio del piede al suolo, visualizza i dati sullo smartphone dell’utente e fornisce utili consigli su come migliorare la corsa;
  • PoloTech di RalphLauren: le fibre d’argento inserite nel tessuto controllano i movimenti dell’atleta e permettono allo smartphone, al quale è collegata via bluetooth, di elaborare il programma di allenamento più opportuno;
  • Reggiseno intelligente di OM signal che attraverso i sensori posti nella fascia inferiore registra battito cardiaco, respirazione e calorie bruciate.

L’aspetto più interessante è che i dati raccolti dalla tecnologia indossabile possono essere utilizzati per dare indicazioni sulla forma fisica attuale e aiutare a mantenere uno stile di vita più sano.

Per approfondire: stare seduti a lungo fa male, alcuni rimedi anti-sedentarietà

 

Il fitness medico come cura

L’esercizio fisico come medicina è un’iniziativa mondiale per la salute che si concentra sulla necessità di incoraggiare i medici di base e altri operatori sanitari ad includere tale attività nei piani di trattamento dei pazienti.

Nel mondo l’82% dei decessi per patologie cronico-degenerative è causato da malattie per le quali l’attività fisica rappresenterebbe un’ottima forma di cura e prevenzione.

Di conseguenza, la palestra diventa un vero e proprio strumento di prevenzione e terapia, con attività mirate al benessere cardiovascolare, al rafforzamento delle ossa e alla scioltezza articolare. Non bisogna dimenticarne anche il potere preventivo nella comparsa dei tumori, come dimostrato da uno studio pubblicato su Brain. Dalla ricerca, condotta in Svezia su 43.368 persone, è emersa l’importanza della pratica costante dell’esercizio fisico nella riduzione del rischio di malattia e nel rallentamento della sua degenerazione.

Secondo uno studio del National Cancer Institute, infatti, chi fa esercizio fisico ha il 7% di probabilità in meno di ammalarsi e, quindi, il tempo trascorso in palestra potrebbe rivelarsi un potente scudo anti-cancro.

Questi risultati dimostrano come oggi ci sia un crescente bisogno di cure non farmacologiche per affrontare le malattie e, in generale, migliorare la quotidianità. Il fitness medico si rivela così uno strumento prezioso e, nello stesso tempo, rivoluzionario.

 

The following two tabs change content below.
Avatar

Silvia Bollettini

Copywriter e Digital PR

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.