Fare sport ogni giorno fa bene alla salute e anche al portafoglio

Saresti disposta a fare sport per risparmiare? fare-sport-per-risparmiare

Dopo aver letto questo articolo, comincerai a valutare se ti conviene andare a camminare o restare distesa sul divano di casa. Esistono vari motivi per allenarsi, il principale è quello di tenersi in forma fisicamente e mentalmente. Si tende, però, a sottovalutare i benefici che lo sport possa avere anche sul nostro portafoglio.

Una ricerca americana sostiene che si possono risparmiare fino a 25.000 $ l’anno se si pratica almeno 30 minuti di camminata per cinque giorni a settimana. Questo risultato rappresenterebbe un forte incentivo per le persone tendenzialmente pigre, visto il risparmio che ne consegue nella spesa sanitaria.

La ricerca

I risultati provengono da un’analisi di 26.239 uomini e donne, pubblicata il 7 settembre scorso sul Journal of American Heart Association e condotta da alcuni ricercatori provenienti da diverse università e ospedali (Baptist Health South Florida, Yale, Johns Hopkins, Emory e Baylor), i quali hanno indagato sui costi destinati ogni anno alla spesa sanitaria.

Da tempo gli scienziati e gli esperti di politica sanitaria hanno notato che l’inattività risulta essere molto costosa per la salute pubblica, poiché i costi per curare i malesseri che derivano dalla sedentarietà sono enormi.

Le persone sedentarie hanno più probabilità rispetto a quelle fisicamente in forma di sviluppare una serie di malattie.

Uno studio pubblicato nel mese di luglio su The Lancet  ha esaminato i dati provenienti da 142 nazioni riguardo il tempo di assenza dal lavoro, l’assistenza sanitaria ed altri costi che i ricercatori attribuiscono alle persone sedentarie che soffrono di malattie cardiache, ictus, diabete di tipo 2, cancro al seno o al colon.

L’inattività sportiva costa all’economia mondiale quasi 68 miliardi di dollari all’anno per spese mediche e perdita di produttività di cui, solamente negli Stati Uniti, il totale è stato quasi 28 miliardi di dollari.

I ricercatori sostengono che la maggior parte dei costi siano stati a carico dei governi e delle imprese, ma quasi 10 miliardi di dollari sono usciti dalle tasche dei soggetti sedentari. Purtroppo questo studio è risultato incompleto, poiché non è riuscito a quantificare  il risparmio, in termini di costi sanitari, nel caso in cui le persone sedentarie avessero svolto ogni giorno una passeggiata.

Ma magari hai voglia di qualche dettaglio in più sulla recente ricerca!

I ricercatori del nuovo studio sono riusciti a definire quanto ogni individuo spenda ogni anno per l’assistenza sanitaria. Il Medical Expenditure Panel Survey annuale ha chiesto ad un gruppo rappresentativo di americani quanto hanno speso per l’assistenza sanitaria lo scorso anno. L’indagine ha incluso domande dettagliate sulla copertura assicurativa, le visite mediche, i ricoveri, i dispositivi medici, i rimborsi e le eventuali malattie diagnosticate. Un’altra parte del sondaggio ha riguardato lo stile di vita, indagando il reddito della persona, il livello di istruzione, se è un fumatore o meno, se pratica attività fisica e con quale frequenza.

Nello studio i ricercatori si sono concentrati sui costi legati all’inattività registrata nell’anno 2012 per le malattie cardiovascolari. Hanno stratificato, inoltre, le persone in due grandi gruppi: quelli che hanno o non hanno rispettato le linee guida nazionali per l’esercizio fisico che, appunto, consigliano di camminare almeno 30 minuti cinque volte a settimana. Successivamente hanno preso in considerazione quanto ogni persona aveva speso per l’assistenza sanitaria nel 2012 e se era stata fisicamente attiva.

I risultati

Lo studio ha scoperto che chi ha rispettato le linee guida di allenamento ha pagato 2,500 $ in meno di spese annuali sanitarie legate alle malattie cardiovascolari, rispetto a chi ha camminato per 30 minuti cinque volte a settimana.

Questi numeri includono anche il risparmio annuo di circa 400 $ riferito all’acquisto di medicinali soggetti a prescrizione, alle visite di pronto soccorso e ai ricoveri.

Nel complesso, i dati emersi dalla ricerca suggeriscono che “essere fisicamente attivi è un bene per il portafoglio” come sostiene il Dott. Khurram Nasir – Cardiologo e Direttore del Centro per il settore sanitario al Baptist Health South Florida Hospital di Miami – il quale ha curato lo studio finanziato dal suddetto ospedale. Il dottore ha anche sottolineato il fatto che questo studio si sia concentrato solo sulle spese relative a malattie cardiovascolari e che, quindi, il risparmio effettivo annuale, determinato dall’essere fisicamente attivi, potrebbe risultare notevolmente superiore ai  2.500 $. Il Cardiologo spera che, grazie ai risultati di questa ricerca, le persone ostili all’esercizio fisico, possano finalmente comprendere che dedicare mezz’ora al giorno alla camminata potrebbe far risparmiare loro molti soldi ogni anno.

Non resta che infilarci le scarpe da tennis e andare a camminare, oppure iscriverci in palestra e seguire il corso preferito. Da questo studio emerge l’urgenza di praticare sport ogni giorno, non solo per dimagrire e mantenersi tonici, ma anche per spendere meno ogni anno negli studi medici e in farmacia.

The following two tabs change content below.
Avatar

Silvia Bollettini

Copywriter e Digital PR

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.