Dipendenti della nostra società

dipendenti della nostra società

Dal ritorno di un viaggio di lavoro mi è capitato di sedermi in pulman vicino ad una ragazzina di 13-14 anni circa.

Non sono riuscita a vedere i suoi occhi se non dal riflesso del suo smartphone.

Le sue mani erano intente a scrivere, veloci per ore, entrambe in modo simultaneo, su quello schermo nero senza un attimo di sosta. Ogni tanto qualche sorrisetto, per poi riprendere la sua inespressa espressione.

Nella nostra società drogata, siamo sempre più dipendenti da cellulari, internet, shopping, cibo di ogni tipo, senza aggiungere sostanze stupefacenti che ormai non fanno neanche piu’ notizia, diventate  quasi una normalità.

Che cosa ci sta accadendo?

Stiamo su tante cose, corriamo senza mai fermarci, pensiamo di continuo.

Il nostro IO è dominato dalla ragione, mentre il nostro immaginario è passato sullo sfondo.

I nostri sogni non ci sono più, o sono sfuocati senza ricordi, non riusciamo a dare spazio alla fantasia, tutte esperienze di base (EBS) fondamentali per il nostro benessere.

In realtà siamo poco sul nostro interno, pensando di trovare all’esterno una soluzione ai nostri problemi distraendoci con droghe e social network.

Una società in cui l’uomo ha perso l’orientamento, lontano dal senso autentico della propria vita e dagli unici riferimenti in cui potrebbe trovarlo: Il mondo interno e le sue immagini.

L’esterno rappresenta solo la cornice dell’esistenza, lontano dal vero se’, dal sentire più profondo che è celato in ognuno di noi.

Non c’è da meravigliarsi dunque se siamo ipnotizzati da dipendenze che ci fanno credere di trovare quello che noi cerchiamo, ma purtroppo è solo un illusione !!!!

E allora come possiamo uscire da tutto questo?

Sicuramente liberando le nostre emozioni, i nostri sentimenti, senza dimenticare il mondo immaginario, ognuno il proprio, fatto di racconti, di disegni, di lettura, di danza, di musica,

ma anche di stupore, senza dare nulla per scontato, dove tutto può accadere e può cambiare osservando la realtà del presente come se fosse sempre la prima volta.

Paola Pucci

 

L’anima libera e’ rara, ma quando la vedi la riconosci: soprattutto perché provi un senso di benessere, quando gli sei vicino.

Charles Bukowski

 

 

 

 

The following two tabs change content below.
Counselor Professionista si occupa del benessere psico-fisico della persona (REICO Registro Italiano Counselor n.672) Diploma Internazionale ad Orientamento Umanistico-Integrato presso l’A.S.P.I.C. (Associazione Sviluppo Psicologico dell’Individuo e della Persona) sede di Ancona. Ha lavorato presso il Centro di Ascolto dell'Ospedale I.N.R.C.A. di Ancona. Operatore del Benessere con specializzazione in Terapia Funzionale Antistress a cura della S.E.F. (scuola Europea di Psicoterapia Funzionale). Insegnante di Bioenergetica - Diploma I.I.F.A.B.(Istituto Italiano Formazione in Analisi Bioenergetica) Roma. Ha collaborato con I'Istituto di Riabilitazione S.Stefano per educare lo stress lavorativo prevenendo malattie e disagi. Attualmente lavora come counselor a mediazione corporea e conduttore bioenergetico presso "Buena Vida"- Centro per la prevenzione e la cura di sé Via Valenti 1 (Centro Mirum) Ancona Per info e prenotazioni 335.8237988 - mail paolapucci5@libero.it - Sito www.esercizibioenergetici.com

Ultimi post di Paola Pucci Counselor Professionista (vedi tutti)

Paola Pucci Counselor Professionista

Counselor Professionista si occupa del benessere psico-fisico della persona (REICO Registro Italiano Counselor n.672) Diploma Internazionale ad Orientamento Umanistico-Integrato presso l’A.S.P.I.C. (Associazione Sviluppo Psicologico dell’Individuo e della Persona) sede di Ancona. Ha lavorato presso il Centro di Ascolto dell'Ospedale I.N.R.C.A. di Ancona. Operatore del Benessere con specializzazione in Terapia Funzionale Antistress a cura della S.E.F. (scuola Europea di Psicoterapia Funzionale). Insegnante di Bioenergetica - Diploma I.I.F.A.B.(Istituto Italiano Formazione in Analisi Bioenergetica) Roma. Ha collaborato con I'Istituto di Riabilitazione S.Stefano per educare lo stress lavorativo prevenendo malattie e disagi. Attualmente lavora come counselor a mediazione corporea e conduttore bioenergetico presso "Buena Vida"- Centro per la prevenzione e la cura di sé Via Valenti 1 (Centro Mirum) Ancona Per info e prenotazioni 335.8237988 - mail paolapucci5@libero.it - Sito www.esercizibioenergetici.com 

  1 comment for “Dipendenti della nostra società

  1. flavio
    9 gennaio 2015 at 6:41

    Grande Paola sempre capace di cogliere le sfumature nei piccoli eventi quotidiani. Hai tristemente ragione,i ragazzi presi da cento cose futili(tecnologia,sballo,aggregazione di gruppo)senza la ricerca dell’essere non tanto se stessi(cosa difficile per la giovane età)ma perlomeno diversificarsi dal gruppo. Noi adulti abbiamo smesso di sognare. Incastrati in un mondo che ci vuole madri/padri di famiglia,professionisti sul lavoro,splenditi intrattenitori sociali(stretti in pseudo-amicizie),non abbiamo più tempo per sognare qualcosa di personale che non sia legato ai nostri oblighi(lavoro,casa,società). Forse hai ragione sarebbe il caso di staccare la testa dalla solita routine e cominciare a sognare qualcosa di veramente personale e magari allora saremo in grado di insegnarlo anche ai nostri figli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.