Il Contatto: la nostra base sicura

coccole3

Nella nostra società sempre più ansiogena ed  accelerata, stiamo perdendo sempre più questa funzione, il Contatto, che è la base su cui poggia la nostra vita.

Facciamo tante cose, ma non ci fermiamo a sentire noi stessi e gli altri.

Ma in realtà cos’è il Contatto?

Tra le immagini più ricorrenti che appaiono nella nostra mente quando pronunciamo questa parola, è quella del bambino avvolto nelle braccia della propria mamma; il piacere di appoggiare il viso nella sua spalla senza chiedere nulla, ma sentendo solo il suo Contatto.

Il Contatto non è un dare o un avere, ma uno scambio di sensazioni, un percepire l’altro in modo profondo, che coinvolge tutto il nostro essere.

Non è solo un sentire di pelle, ma anche di sguardi, di suoni, di colori, d’immagini, d’emozioni.

Soltanto quando tutte queste Funzioni saranno sintonizzate nella stessa direzione, potremo attraversare il Contatto in modo pieno e profondo.

Non potrà mai esserci una vera esperienza di Contatto se manca il contatto visivo, se non c’è il Contatto con le emozioni dell’altro, se non c’è un sentire dell’altro, un percepire le cose che l’altro percepisce.

Ma perché perdiamo il Contatto? 

Il bambino che non è stato abbastanza nutrito, coccolato, preso nelle braccia della mamma con affetto, ed attenzione, deve procurarsi lui stesso quello che in realtà non gli è stato donato.

Dovrà triplicare i suoi sforzi e il suo controllo per andarsi a prendere quello che è fondamentale per la sua vita.

Tutto questo lo allontanerà dalle sensazioni di calma e tranquillità che vengono dall’esterno.

Diventerà un Contatto ansioso e preoccupato, un aggrapparsi all’altro senza però riuscire ad andare sulle sensazioni, emozioni,  ma solo sentire un disperato bisogno non soddisfatto.

Fondamentale diventa quindi, già dai primi momenti di vita,  il contatto con la mamma, le carezze, il suo tocco leggero,  il suo massaggio.

A questo proposito vorrei portare attenzione al massaggio bioenergetico dolce.

Ideato da Eva Reich, dottoressa statunitense figlia di William Reich, padre della Bioenergetica, il massaggio bioenergetico dolce, si rivela uno strumento di prevenzione per ogni neonato sin dai primi mesi di vita.

Detto anche “Massaggio a Farfalla” -(Butterfly Massage)- per il suo tocco delicato e leggero, viene effettuato dalla mamma sul neonato, per sciogliere i blocchi emozionali, energetici e muscolari, che possono sorgere durante il parto.

Secondo Eva Reich i neonati sentono e si emozionano come noi,  l’equilibrio della loro energia in contatto con la propria madre, non solo è la base della loro salute, ma anche un ponte di fiducia che si crea sin dalla nascita.

Il Contatto quindi  è possibile e necessario  fin dai primi giorni di vita, in quanto rappresenta la base su cui costruire  l’amore profondo, la struttura portante del rapporto emotivo ed energetico che si crea tra genitore e bambino.

Mi piace concludere con un frase di Eva Reich:

“Quello che accade all’inizio della vita determina fondamentalmente come siamo oggi e se abbiamo una fiducia originaria, che è un diritto dell’uomo”.

 Paola Pucci                                    

 

Letture consigliate:

 A Contatto con le emozioni ( S. Pentenero)

Bioenergetica dolce (Eva Reich)

Onorare il corpo (A.Lowen)

Il sorriso del corpo  e i segreti dell’anima (Luciano Rispoli)

The following two tabs change content below.
Counselor Professionista si occupa del benessere psico-fisico della persona (REICO Registro Italiano Counselor n.672) Diploma Internazionale ad Orientamento Umanistico-Integrato presso l’A.S.P.I.C. (Associazione Sviluppo Psicologico dell’Individuo e della Persona) sede di Ancona. Ha lavorato presso il Centro di Ascolto dell'Ospedale I.N.R.C.A. di Ancona. Operatore del Benessere con specializzazione in Terapia Funzionale Antistress a cura della S.E.F. (scuola Europea di Psicoterapia Funzionale). Insegnante di Bioenergetica - Diploma I.I.F.A.B.(Istituto Italiano Formazione in Analisi Bioenergetica) Roma. Ha collaborato con I'Istituto di Riabilitazione S.Stefano per educare lo stress lavorativo prevenendo malattie e disagi. Attualmente lavora come counselor a mediazione corporea e conduttore bioenergetico presso "Buena Vida"- Centro per la prevenzione e la cura di sé Via Valenti 1 (Centro Mirum) Ancona Per info e prenotazioni 335.8237988 - mail paolapucci5@libero.it - Sito www.esercizibioenergetici.com

Ultimi post di Paola Pucci Counselor Professionista (vedi tutti)

Paola Pucci Counselor Professionista

Counselor Professionista si occupa del benessere psico-fisico della persona (REICO Registro Italiano Counselor n.672) Diploma Internazionale ad Orientamento Umanistico-Integrato presso l’A.S.P.I.C. (Associazione Sviluppo Psicologico dell’Individuo e della Persona) sede di Ancona. Ha lavorato presso il Centro di Ascolto dell'Ospedale I.N.R.C.A. di Ancona. Operatore del Benessere con specializzazione in Terapia Funzionale Antistress a cura della S.E.F. (scuola Europea di Psicoterapia Funzionale). Insegnante di Bioenergetica - Diploma I.I.F.A.B.(Istituto Italiano Formazione in Analisi Bioenergetica) Roma. Ha collaborato con I'Istituto di Riabilitazione S.Stefano per educare lo stress lavorativo prevenendo malattie e disagi. Attualmente lavora come counselor a mediazione corporea e conduttore bioenergetico presso "Buena Vida"- Centro per la prevenzione e la cura di sé Via Valenti 1 (Centro Mirum) Ancona Per info e prenotazioni 335.8237988 - mail paolapucci5@libero.it - Sito www.esercizibioenergetici.com 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.