Celiachia

La malattia celiaca (MC), o celiachia, è un’avversione  permanente al glutine, in particolare ad una sua frazione proteica ( la gliadina), esso può essere considerato come un’anormale risposta immunologica dovuta all’ingestione di glutine nei soggetti geneticamente predisposti, che determina un’alterazione infiammatoria della mucosa intestinale con conseguente malassorbimento a causa dell’atrofia della mucosa duodeno-digiunale.

Risultati immagini per celiachia

Prevalenza della celiachia.

La stima della prevalenza della malattia celiaca si aggira intorno all’1% in Italia, in teoria, i celiaci quindi dovrebbero essere circa 600.000. Nella realtà i celiaci che si sono sottoposti ai test nel 2010 e che sono risultati positivi alla diagnosi della celiachia sono 122.482.

L’incidenza della celiachia nelle donne,risulta essere estremamente maggiore;  secondo gli ultimi dati  i maschi celiaci sono 35.824 contro le femmine celiache che invece risultano 86.477, molto più del doppio.

Forme cliniche di celiachia :

  • TIPICA: diarrea e arresto di crescita (esordio subito dopo lo svezzamento).
  • ATIPICA: esordio tardivo con sintomatologia sia intestinale, sia extra-intestinale (es: anemia)
  • SILENTE: assenza di sintomatologia eclatante
  • POTENZIALE: esami sierologici positivi, ma biopsia intestinale normale.

Ma si nasce o si diventa celiaci!?

Chi è geneticamente predisposto diventa celiaco, ma solo dopo l’introduzione del glutine attraverso la dieta; da diversi anni si conosce il marcatore genetico della predisposizione alla celiachia (sistema HLA geni DQ2-DQ8).

La celiachia nell’adulto:

La malattia si presenta spesso in maniera sfumata o viene riscontrata casualmente , uno dei sintomi riscontrati è l’anemia, solo in alcuni casi vi è comparsa della sintomatologia addominale classica ( diarrea, stipsi, fitte addominali etc.).

Forma nell’adulto e complicanze:

  • FORMA CLASSICA: Sindrome da malassorbimento globale (diarrea, dimagrimento, dolori addominali, deficit nutrizionali multipli).
  • FORMA PAUCI O MONOSINTOMATICA: Con sintomi isolati riferibili al tratto gastroenterico (dispnea, vomito, alvo alterno, anoressia o bulimia, distensione addominale) o extraintestinali (anemia sideropenica non rispondente al ferro per os o anemia macrocitica, alterazioni della coagulazione e fenomeni emorragici, dolori ossei o articolari, fratture, osteoporosi o rachitismo, tetania, parestesia, sintomatite aftosa, ipoplasia dentale, neuropatie periferiche, depressione, amenorrea, aborti ripetuti, infertilità).
  • FORMA SILENTE: asintomatica.

 

Quali accorgimenti nutrizionali  i celiaci devono seguire?

Innanzitutto escludere dalla dieta il glutine!

Evitando quindi i seguenti cereali :

  • Frumento.
  • Orzo.
  • Farro.
  • Spelta.
  • Triticale.
  • Spelta.
  • Segale.

 

Cereali di importazione che contengono glutine.

  • BULGUR (BOULGOUR O BURGHUL) È un grano molto cotto in acqua, frantumato dopo essere stato seccato al sole. Molto diffuso in Medio Oriente
  • CRACKED GRANO È composto da chicchi di grano frantumati. A differenza del bulgur, che viene prima immerso in acqua, cotto, essiccato e poi frantumato, il cracked grano è frantumato crudo e richiede quindi la cottura.
  • COUSCOUS Tradizionale piatto arabo.
  • FRIK È chiamato Grano Verde Egiziano
  • GREUNKERN Oggi viene tradotto come Grano Verde Greco, ma è il grano chiamato Spelta
  • KAMUT è un marchio registrato della società americana Kamut International che designa una varietà di grano duro.
  • MONOCOCCO Il monococco (Triticum Monococco), detto anche ENKIR, è una varietà del farro.
  • SEITAN Derivante dalla lavorazione del glutine del frumento; il glutine estratto viene trasformato in seitan. Da secoli costituisce l’alimento base della cucina orientale.

Ma attenzione anche ai cibi già preparati o trasformati,  in quanto tra gli ingredienti potrebbero esserci glutine.  Si  raccomanda quindi di leggere attentamente l’etichettatura.

 

I cereali che potrebbero essere consumati tranquillamente sono :

  • Riso.
  • Miglio.
  • Avena(tranne quella presente come ingrediente nei prodotti presenti nel Registro Nazionale del Ministero della Salute).
  • Quinoa.
  • Manioca.
  • Mais.
  • Grano Saraceno.
  • Amaranto.

 

È importante sottolineare l’importanza del consumo di cereali (senza glutine) nella dieta,  di non escluderli o di ridurne di quantità,  ricorrendo cosi alla dieta iperproteica.

I macronutrienti infatti dovrebbero essere ripartiti cosi :

50-55% Carboidrati, 15% proteine, 30% lipidi.

 

Dott.ssa Sonia Bolognesi

The following two tabs change content below.
Dott.ssa Sonia Bolognesi

Dott.ssa Sonia Bolognesi

Biologa Nutrizionista, si è laureata in Biologia Molecolare, Sanitaria e della Nutrizione presso la facoltà di scienze biomediche dell'Università di Urbino Carlo Bo con votazione di 110 e lode. Master in nutrizione e dietetica applicata. Esperta in nutrizione antiaging e perfezionata in nutrizione ed integrazione nello sport. Riceve presso: il Centro Medico New Medica a Porto Sant'Elpidio (FM) in Via Canada 3, il Centro Medico Ulisse Loreto Via Pavarotti 10 (AN), Centro Medico Le Palme San Benedetto del Tronto (AP) Via Togliatti 20 , Centro Medico Bio Center a Osimo (AN) in Via Ticino 20. Prenotazioni tel: 3337529564
Dott.ssa Sonia Bolognesi

Dott.ssa Sonia Bolognesi

Biologa Nutrizionista, si è laureata in Biologia Molecolare, Sanitaria e della Nutrizione presso la facoltà di scienze biomediche dell'Università di Urbino Carlo Bo con votazione di 110 e lode. Master in nutrizione e dietetica applicata. Esperta in nutrizione antiaging e perfezionata in nutrizione ed integrazione nello sport. Riceve presso: il Centro Medico New Medica a Porto Sant'Elpidio (FM) in Via Canada 3, il Centro Medico Ulisse Loreto Via Pavarotti 10 (AN), Centro Medico Le Palme San Benedetto del Tronto (AP) Via Togliatti 20 , Centro Medico Bio Center a Osimo (AN) in Via Ticino 20. Prenotazioni tel: 3337529564 

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.