Come aumentare l’autostima in 3 semplici step

Sono soprattutto le donne a soffrire di bassa autostima: critiche su loro stesse e il loro operato, assillate dall’essere sempre all’altezza delle situazioni.

L’autostima è la valutazione complessiva che si ha di se stessi, il risultato di un insieme di giudizi personali che si sono formati a partire dall’infanzia e che negli anni si sono rafforzati.

Scopriamo le azioni pratiche per aumentare l’autostima e analizziamo le differenze di atteggiamento tra chi è dotato di buona reputazione di sé e chi invece dovrebbe migliorarla.

 

Una persona con alta autostima:

  • Possiede una visione realistica e positiva di se stessa e delle proprie capacità.
  • Non ha bisogno dell’approvazione continua degli altri.
  • Affronta le nuove sfide con ottimismo, assumendosi le sue responsabilità.
  • Accetta positivamente le frustrazioni e cerca di imparare dagli insuccessi.
  • Persevera nel raggiungimento delle mete.

 

Una persona con bassa autostima:

  • Ha un’immagine distorta di sé, sia per quanto riguarda l’aspetto fisico sia per il carattere.
  • È molto insicura, non ha fiducia nelle proprie capacità e non prende decisioni per paura di sbagliare.
  • Ha bisogno della costante approvazione degli altri.
  • Dal punto di vista affettivo soffre di una dipendenza quasi patologica.
  • Se qualcosa va storto pensa sempre che sia colpa sua.

 

Ecco i tre step che potrebbero aiutare ad aumentare l’autostima in se stessi.

 Step n. 1: crea un elenco personale delle cose belle

Ritagliati un momento tranquillo della giornata di circa mezz’ora e fai un elenco di almeno 6/7 cose belle che hai nella tua vita. Usa questo elenco per il prossimo mese: leggilo almeno tre volte la sera prima di addormentarti e altre tre volte la mattina appena ti alzi.

Porta con te l’elenco e ogni volta che un brutto pensiero ti sfiora la mente, prendi la lista e leggi le cose belle. La sera, dopo che lo hai letto tre volte, prendi una delle cose piacevoli che hai messo nell’elenco e fai in modo di addormentarti con quest’ultima cosa in mente.

Ogni sera, cambia la cosa bella sulla quale focalizzarti, in modo che in 10 giorni, tu possa esserti focalizzata su tutto il tuo elenco; poi, ricomincia dall’inizio, sino al trentesimo giorno.

L’elenco delle cose belle ti aiuta a mantenere la mente focalizzata sugli aspetti positivi già presenti nella tua vita.

 

Step n. 2: usa un diario per raccogliere i momenti belli della giornata

Il diario è uno strumento terapeutico in grado di rafforzare l’autostima ma, per funzionare bene, deve essere usato ogni giorno. Che cosa scrivere? Tutte le cose belle che ti sono accadute nella giornata.

È sufficiente compilare una sola pagina del diario, perché non è importante quanto scrivi ma ciò che scrivi. Devono essere solo ed esclusivamente cose positive, prendendo l’abitudine di appuntare tutti i giorni nel diario. Grazie al gesto di riportare gli aspetti positivi che ti sono accaduti nella giornata, li rafforzi nella tua memoria.

Il diario ti aiuta ad essere focalizzata sulle cose piacevoli che accadono nella tua vita, alimentando continuamente la tua autostima.

 

Step n. 3: recita un mantra

Ed eccoci giunti all’ultimo consiglio che ti aiuterà a completare il faticoso percorso di miglioramento dell’autostima.

Ma che cos’è un mantra?

È una sorta di preghiera nella quale si ripete a se stessi una determinata frase in modo costante, permettendo alla nostra mente di fissarla. Dopo un determinato periodo di ripetizione, la frase si fissa nel nostro inconscio, facendo scattare un meccanismo che la trasforma in realtà.

E così quella che era solamente un’affermazione, diventa in molti casi un cambiamento reale nella persona che ha avuto la costanza di ripeterla all’infinito. Con la forza della ripetizione, il mantra lavora nella parte inconscia della mente, facendo in modo che le affermazioni positive si fissino dentro di noi, sino a riconoscerle in automatico come vere.

Dobbiamo cominciare ad essere il miglior amico di noi stessi, dobbiamo sapere che non c’è nessuno al mondo più importante di noi.

L’autostima positiva non consiste nel vedersi meravigliosi: bisogna anche ammettere errori e limiti.

No votes yet.
Please wait...
The following two tabs change content below.

Silvia Bollettini

Copywriter e Digital PR

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *